Vecchio 09-28-2010, 02:45 PM  
Super Moderator
 
Data Registrazione: Sep 2010
Messaggi: 316
Predefinito La fecondazione assistita in Italia

L’Italia è uno dei paesi con il più alto numero di coppie che si rivolgono alle tecniche di fecondazione assistita per avere figli, tuttavia la storia di tali tecniche e delle leggi che le riguardano nel nostro paese è piuttosto complicata.

La fecondazione assistita in Italia: La legislazione
La Legge 40 del 2004 è l’ultima di una lunga serie di norme in materia, più o meno organiche, nonché quella attualmente in vigore. Essa esclude la fecondazione eterologa, limita la fecondazione assistita alle coppie eterosessuali in età fertile e solo in presenza di accertata sterilità o infertilità, vieta il congelamento degli embrioni; assicura i diritti del concepito ma costringe la madre a subire l’impianto anche degli embrioni malati; nega la diagnosi preimpianto; limita a tre gli embrioni che è possibile creare in una volta; vieta la ricerca scientifica sugli embrioni; ammette l’obiezione di coscienza da parte dei medici, che possono rifiutare, anche in ospedali pubblici, di compiere azioni in contrasto con i loro principi quando queste fossero invece permesse dalla legge. In un paese dove c’è una forte incidenza di malattie genetiche (come l’anemia mediterranea), questa legge scoraggia moltissime coppie.
Noto ed esemplificativo è il caso di una coppia di coniugi siciliani, entrambi portatori sani di betatalassemia. La percentuale di possibilità di generare figli malati era alta, così intendevano rivolgersi alla fecondazione assistita per poter studiare gli embrioni ed impiantare sono quelli sani. Vista l’esplicita contrarietà della legge, si rivolsero a un tribunale, ma il giudice ribadì che gli ovuli fecondati avrebbero dovuto essere trapiantati tutti, senza poterli prima esaminare né tantomeno selezionare, anche qualora avessero potuto generare bambini malati.
Nel 2005 alcune forze politiche promossero un referendum abrogativo della Legge 40, che però non raggiunse il quorum.

La fecondazione assistita in Italia: I centri di fecondazione
In Italia esiste un apposito registro che censisce i centri che hanno ottenuto l’autorizzazione ministeriale ad applicare le tecniche per la fecondazione assistita. Il Registro Nazionale della Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) è stato istituito nel 2005 e la sua gestione è affidata ad un’unità operativa del Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute, che deve valutare l’efficacia e la sicurezza delle tecniche. Il Registro, inoltre, ha lo scopo di raccogliere annualmente i dati anonimi sui trattamenti effettuati, al fine di trarne studi e statistiche. I centri censiti dal Ministero della Salute risultano essere 384 nel 2001 in tutt’Italia, di cui più del 60% privati. Le regioni con il maggior numero di centri sono la Lombardia, il Lazio e la Campania.

La fecondazione assistita in Italia: Percentuali di riuscita della fecondazione assistita
Secondo i dati raccolti dal Ministero, la percentuale media di riuscita della fecondazione assistita si assesta intorno al 23%, di cui una percentuale molto alta (il 13,5%) di gravidanze bigemine (con due feti) e addirittura quasi il 3% di gravidanze plurime. Tuttavia l’affidabilità di tali statistiche è molto criticata, poiché i dati provengono da dichiarazioni spontanee dei centri per la fecondazione, i quali hanno interesse a gonfiare le cifre.

La fecondazione assistita in Italia: I “viaggi della speranza”
Purtroppo, a coloro che necessitino delle tecniche proibite dalla legge 40 non resta altro che andare all’estero. Dal 2004 i cosiddetti “viaggi della speranza” sono quadruplicati, alimentando tutto un sistema di “turismo riproduttivo” che ha tra le sue mete preferite la Spagna, la Turchia, la Svizzera, il Belgio, la Repubblica Ceca, la Danimarca. Secondo uno studio condotto da Eshre (European Society of Human Reproduction and Embryology), in collaborazione con la Società italiana di studi di Medicina della Riproduzione (Sismer), l’Italia ha il primato europeo per le coppie che si rivolgono ad ospedali esteri per la fecondazione assistita: sarebbero diecimila ogni anno.

Ultima modifica di Valentina; 11-06-2012 alle 04:55 PM
Valentina è offline   Rispondi Con Citazione
Vecchio 01-08-2012, 04:44 PM  
Junior Member
 
Data Registrazione: Jan 2012
Messaggi: 1
Predefinito Cliniche estere

Ciao, come molte coppie italiane anche io e mio marito ci siamo rivolte all'estero, per la precisione in grecia.
Devo dire che questo "viaggio della speranza", la speranza ce l'ha ridata sul serio!
Adesso sono in dolce attesa di 12 settimane e devo solo ringraziare lo staff medico di eccellenza che ci ha seguito per tutto il nostro percorso.
Vorrei lasciare il link del sito del centro a cui mi sono rivolta così che possa portare la speranza anche ad altre coppie: www.fertilitycenter-crete.gr.
Un Bacio!
kitty è offline   Rispondi Con Citazione
Vecchio 01-27-2012, 03:33 PM  
Junior Member
 
Data Registrazione: Jan 2012
Messaggi: 1
Smile ....

sono felicissima x te! tutte le donne dovrebbero avere il diritto di avere un bambino! si ultimamtente molte coppie vanno all'estero ma se questo significa un percorso x arrivare a una gravidanza, non vedo perchè rinunciare!
arianna è offline   Rispondi Con Citazione
Rispondi
Strumenti Discussione Ricerca in Questa Discussione
Ricerca in Questa Discussione:

Ricerca Avanzata
Modalità Visualizzazione



Tutti gli orari sono GMT. Adesso sono le 09:23 PM. Design By: Miner Skinz.com
English Pregnancy Forum: Pregnancy Forum
Powered by vBulletin® Version 3.8.6
Copyright ©2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0