Vecchio 11-11-2010, 04:32 PM  
Super Moderator
 
Data Registrazione: Sep 2010
Messaggi: 316
Predefinito Effetti collaterali dell'epidurale

L’anestesia epidurale è un tipo di anestesia detta “loco-regionale”, ovvero che agisce su ampie zone del corpo. Essa non comporta l’addormentamento del paziente e permette, quindi, di essere utilizzata in situazioni in cui il dolore è molto forte ma in cui è preferibile, quando non necessario, che sia sveglio. Per questo viene utilizzata durante il parto, per far sì che la donna sia cosciente ed attiva, in grado di sentire le spinte, ma senza percepire dolore.
Inoltre, l’anestesia epidurale è in generale ritenuta più sicura di quella generale, motivo per cui viene utilizzata preferibilmente in chirurgia.

Effetti collaterali dell'epidurale: Cos’è l'epidurale
L’epidurale consiste in un’iniezione di farmaci anestetici nella parte bassa della schiena, tra l’osso vertebrale e il midollo spinale, in quella che viene detta “dura madre”. Tali farmaci hanno un’azione locale e non finiscono nel sangue, quindi non hanno nessun effetto sul bambino.

Effetti collaterali dell'epidurale: Quali sono i rischi
Molti studi, di cui l’ultimo comparso nel 2009 sul British Journal of Anaesthesia, hanno dimostrato la sicurezza di tale tecnica: la percentuale di persone che dopo un’epidurale presentano danni neurologici permanenti è solo tra lo 0,002 e il 0,0042%, cioè al massimo di un caso ogni 50.000 anestesie eseguite.
Tra gli effetti collaterali vi possono essere mal di testa, lieve abbassamento della pressione sanguigna, formicolio agli arti inferiori, allergie ai farmaci utilizzati, infezioni locali dovute alla puntura o, per fortuna molto raramente, estese al sistema nervoso.

Effetti collaterali dell'epidurale: L’epidurale in Italia e negli altri paesi
In Europa l’epidurale è una tecnica molto diffusa, utilizzata dalla maggior parte delle donne in Spagna e nel Regno Unito, e da più del 30% in Francia e Germania. Da noi, invece, secondo fonti Istat nel 2001 ne hanno usufruito solo il 3,7% delle partorienti. Perché?
I progressi compiuti in altri paesi nel campo della terapia del dolore, da noi sono giunti assai meno dirompenti. Nonostante gli appelli di vari enti ed associazioni, tra cui il Comitato Nazionale di Bioetica, affinché lo Stato si faccia garante del diritto di ciascuno di poter scegliere di non provare dolore, solo il 16% delle strutture ospedaliere in Italia fornisce un servizio di anestesia epidurale gratuito 24 ore su 24. In generale, nel nostro paese è scarsa la sensibilità su tale tematica, a causa di una mancanza di informazione ma anche di una mentalità che in altri paesi è assai meno forte: quella per cui il parto debba essere doloroso, debba implicare sacrificio e sofferenza. Quali che siano le motivazioni di ciascuno alla giustificazione di tale idea (religiose o riguardanti la necessità di un’esperienza autentica), un fatto è che da essa non consegue certo un maggiore ricorso al parto naturale, dato il numero assolutamente spropositato di tagli cesarei effettuati nel nostro paese. E’ evidente che per molte donne il dolore del parto è una paura reale e uno stress, motivo per cui l’epidurale dovrebbe essere garantita a chiunque ne mostrasse il bisogno.

Ultima modifica di Valentina; 11-06-2012 alle 05:00 PM
Valentina è offline   Rispondi Con Citazione
Rispondi
Strumenti Discussione Ricerca in Questa Discussione
Ricerca in Questa Discussione:

Ricerca Avanzata
Modalità Visualizzazione



Tutti gli orari sono GMT. Adesso sono le 03:30 AM. Design By: Miner Skinz.com
English Pregnancy Forum: Pregnancy Forum
Powered by vBulletin® Version 3.8.6
Copyright ©2000 - 2014, Jelsoft Enterprises Ltd.
Search Engine Optimization by vBSEO 3.6.0